The Producers

Tenuta La Ferraia

Nel periodo Napoleonico il comune di Ziano Piacentino, in provincia di Piacenza, veniva definito da un allora consigliere come “terra di uomini rustici, tendenti al travaglio e inclini all’interesse”. Vogliamo partire da qui per raccontarvi La Ferraia, cantina che incarna tutt’oggi questi tratti descritti a inizio ‘800: di medie dimensioni per estensione e produzione, ma dal mood famigliare e alla mano.

Quest’azienda, nata ufficialmente nel 1935, ha contribuito ampiamente alla valorizzazione della Val Tidone, una terra da sempre portata alla viticoltura, ma definita storicamente “di poco valore”.
Sono appunto i fratelli Vito e Tino che nel 1939 vinificano il primo Gutturnio DOC, dando vita a un prodotto che guadagna più e più popolarità con gli anni.

Oggi la famiglia Manara gestisce sapientemente 50 ettari di vigne, producendo 14 etichette differenti per carattere e metodo. La filosofia del loro lavoro è “dare a Cesare quel che è di Cesare”: capire la personalità dei singoli vitigni e riconoscergli un processo dedicato, dalla vigna all’imbottigliamento. I meriti della qualità vanno attribuiti in primo luogo alla pianta; il lavoro del vignaiolo è quello di preservarla al meglio e accompagnarla lungo il tragitto senza manometterne le caratteristiche, permettendole di dare il meglio nel calice.

Scroll Down

Vini

Abrakadabra

  • Vitigno: Chardonnay, Pinot Nero
  • Denominazione: Spumante Rosé Extra Dry
  • Colore: Rosato
  • Tipologia: Spumante Extra Dry Metodo Charmat
  • Regione: Italia/Emilia Romagna
  • Terreno: calcareo
  • Vendemmia: inizio Settembre
Vinificazione:

entrambe le uve vengono vinificate in bianco, dopo una breve macerazione sulle bucce. La fermentazione avviene a temperatura controllata in vasche di acciaio, con l’ausilio di lieviti selezionati. Il vino filtrato viene successivamente posto in autoclave, dove una lenta rifermentazione porta a termine la presa di spuma.


Tasting note:

uno spumante rosa cerasuolo con al naso un connubio di floreale e fruttato, in cui spiccano sentori di fiori bianchi, ciliegia e ribes. Al palato è un vino secco, fresco e di ottima bevibilità. Il carattere fruttato domina anche il gusto, con un finale che ricorda l’amarena ed il lampone.


Potenziale di invecchiamento:

medio. L’acidità e l'intensità aromatica ne permettono la conservazione in cantina per qualche anno, a temperatura e umidità controllate.

Acino d'Oro

  • Vitigno: Malvasia aromatica di Candia
  • Denominazione: Colli Piacentini DOC
  • Colore: Bianco
  • Tipologia: Fermo
  • Regione: Italia/Emilia Romagna
  • Terreno: calcareo e marmoso
  • Vendemmia: inizio Settembre
Vinificazione:

l’uva diraspata subisce una criomacerazione di 48 ore, al fine di aumentare la concentrazione e la complessità aromatica del vino. Si procede poi con una fermentazione in ambiente controllato con lieviti selezionati. Il vino matura in acciaio inox, e poi ancora in bottiglia, per un periodo complessivo di 12 mesi.


Tasting note:

nel calice si presenta di un giallo paglierino intenso con riflessi dorati. Al naso è intenso e aromatico, con note persistenti di frutta secca, ginestra e salvia. Ad infittire la trama olfattiva, sul fondo emergono anche note di miele e uva spina. Il palato stupisce per le caratteristiche inattese. Il mouthfeel è vellutato e pieno, ciò nonostante il vino risulta secco e fresco, con una nota salina che chiama il sorso successivo.


Potenziale di invecchiamento:

medio. Vino che sorprende anche per la longevità, garantita dalla struttura e dalla concentrazione.

Boujardò

  • Vitigno: Barbera
  • Denominazione: Spumante Rosso Secco
  • Colore: Rosso
  • Tipologia: Spumante Secco Metodo Charmat
  • Regione: Italia/Emilia Romagna
  • Terreno: medio impasto
  • Vendemmia: fine Settembre
Vinificazione:

l’uva viene diraspata e pigiata. Segue poi una breve macerazione del mosto sulle bucce, per evitare l’estrazione eccessiva di tannini e aromi più vegetali. La fermentazione avviene a temperatura controllata, con lieviti selezionati. Il vino viene successivamente filtrato e posto in autoclave per proseguire con una lenta rifermentazione, che porta a termine la presa di spuma.


Tasting note:

Tasting note: questo Spumante inizia a stupire dal colore, di un rosso rubino molto intenso. Emergono al naso sentori ampi ed eleganti di fiori e piccoli frutti neri. Al palato è un vino secco ed equilibrato. La componente tannica è quasi impercettibile. Il finale, di violetta e spezie, è molto fresco e persistente.


Potenziale di invecchiamento:

medio-basso. È un vino da bere subito, refrigerato e possibilmente in compagnia.

Il “Grì”

  • Vitigno: Sauvignon Blanc
  • Denominazione: Colli Piacentini DOC
  • Colore: Bianco
  • Tipologia: Fermo
  • Regione: Italia/Emilia Romagna
  • Terreno: media consistenza, calcareo e marnoso
  • Vendemmia: primi di Settembre
Vinificazione:

dopo pressatura soffice, il mosto fiore viene fermentato con l’ausilio di lieviti selezionati a temperatura controllata. La vinificazione avviene in vasche di acciaio, dove il vino rimane per l’affinamento sulle fecce fini fino all’imbottigliamento. La maturazione, prima in acciaio e poi in bottiglia, dura 12 mesi.


Tasting note:

Tasting note: il vino è di colore giallo paglierino. Al naso il bouquet rispecchia il profilo varietale con aromi di foglia di pomodoro, mango, pesca ed una leggera nota mandorlata. In bocca il gusto è secco, vellutato e minerale, quasi sapido.


Potenziale di invecchiamento:

medio-basso. Un vino di media longevità, che si esprime al meglio nei primi anni successivi all’imbottigliamento.

La Barbera

  • Vitigno: Barbera
  • Denominazione: Colli Piacentini DOC
  • Colore: Rosso
  • Tipologia: Fermo
  • Regione: Italia/Emilia Romagna
  • Terreno: calcareo
  • Vendemmia: fine Settembre
Vinificazione:

dopo diraspatura e pigiatura il mosto viene lasciato a macerare con le bucce a cappello sommerso. Questo permette di prolungare il contatto tra fase liquida e solida pur evitando sovra estrazioni e di favorire il corretto andamento della fermentazione, che avviene a temperatura controllata con lieviti selezionati. Il vino risultante prosegue poi con l’affinamento in vasche di acciaio inox per preservare gli aromi caratteristici.


Tasting note:

una Barbera dal colore rubino carico con riflessi violacei. Al naso è intensa, con note di frutta fresca, frutti rossi in particolare, e di fiori, quali viola e sambuco. Sul palato il tannino è fine e delicato, il vino è rotondo ed avvolgente. Nonostante la struttura ed il corpo pronunciati, rimane leggero e di facile approccio.


Potenziale di invecchiamento:

medio. Vino da bere giovane per assaporare la freschezza della frutta o fra qualche anno per il carattere speziato.

Le Staffe - Gutturnio Classico Superiore

  • Vitigno: Barbera, Croatina
  • Denominazione: Colli Piacentini DOC
  • Colore: Rosso
  • Tipologia: Fermo
  • Regione: Italia/Emilia Romagna
  • Terreno: media consistenza, leggermente calcareo con venature di solfati
  • Vendemmia: prima metà di Settembre
Vinificazione:

le uve vengono diraspate e pigiate e la macerazione avviene a cappello sommerso. Con questo metodo antico, le vinacce, altrimenti spinte in superficie dall’anidride prodotta nella fermentazione, vengono tenute in immersione, cioè in costante contatto con il mosto. In questo modo le bucce e i vinaccioli non vengono danneggiati meccanicamente e si mantiene un alto scambio tra fase solida e liquida, da una parte favorendo la concentrazione di aromi e colore, dall’altra evitando l’estrazione dei tannini più astringenti. Dopo la fermentazione a temperatura controllata, il vino matura per 3-4 mesi in vasche di acciaio inox.


Tasting note:

questo è il vino più rappresentativo dell’azienda, un’etichetta prodotta dal 1937. Il colore è rosso rubino carico con riflessi granata. Al naso il vino presenta un bouquet persistente, con note di frutti rossi e neri, quali amarena, more e lamponi. In bocca il vino è pieno e rotondo, estremamente equilibrato. La limitata astringenza ed l’intenso carattere fruttato lo rendono estremamente beverino, difficile da non apprezzare.


Potenziale di invecchiamento:

alto. Vino che evolve verso caratteri speziati e frutta matura.

Luna

  • Vitigno: Chardonnay, Ortrugo
  • Denominazione: Spumante Bianco Extra Dry
  • Colore: Bianco
  • Tipologia: Spumante Extra Dry Metodo Charmat
  • Regione: Italia/Emilia Romagna
  • Terreno: calcareo
  • Vendemmia: fine Settembre
Vinificazione:

in bianco. Dopo pressatura soffice, la fermentazione avviene a temperatura controllata in acciaio, con l’ausilio di lieviti selezionati. Il vino viene poi filtrato e posto in autoclave per la presa di spuma.


Tasting note:

questo spumante di colore giallo paglierino scarico ha aromi eleganti e delicati. Spiccano i fiori di campo, la banana e la pesca. In bocca è un vino dall’alta bevibilità, secco e persistente, perfetto per un aperitivo rinfrescante.


Potenziale di invecchiamento:

basso. Vino da bere giovane per non perdere le note tenui e delicate.

Malvasia Vivace

  • Vitigno: Malvasia aromatica di Candia
  • Denominazione: Colli Piacentini DOC
  • Colore: Bianco
  • Tipologia: Frizzante
  • Regione: Italia/Emilia Romagna
  • Terreno: calcareo e marmoso
  • Vendemmia: inizio Settembre
Vinificazione:

l’uva diraspata subisce una criomacerazione che dura circa 48 ore. La fermentazione avviene a temperatura controllata in vasche d’acciaio, con l’ausilio di lieviti selezionati. L’affinamento avviene in autoclave dove una lenta rifermentazione completa lo sviluppo del vino dandogli la caratteristica fragranza.


Tasting note:

di colore giallo paglierino pallido, al naso è un vino aromatico, con note effervescenti floreali. La piacevolezza del bouquet si apre a boccioli di rosa, caprifoglio e iris. In bocca il vino è piacevolmente secco e finemente frizzante, dotato di una buona freschezza al palato. Il finale è leggermente amaro, che ricorda la mandorla tostata.


Potenziale di invecchiamento:

basso. Vino da bere giovane per non perdere il fine profilo aromatico.

Ortrugo Vivace

  • Vitigno: Ortrugo
  • Denominazione: Colli Piacentini DOC
  • Colore: Bianco
  • Tipologia: Frizzante
  • Regione: Italia/Emilia Romagna
  • Terreno: media consistenza, calcareo con venature di solfato di calcio
  • Vendemmia: primi di Settembre
Vinificazione:

in seguito a pressatura, il mosto viene vinificato in vasche d’acciaio, a temperatura controllata e con inoculo lieviti selezionati. In seguito a travaso avviene una seconda fermentazione, che permette al vino di raggiungere la perfetta maturità e sviluppare l’effervescenza.


Tasting note:

di colore giallo chiaro con leggeri riflessi verdognoli, al naso colpiscono i tipici aromi varietali. Accanto a profumi di frutta gialla e fiori, si ritrovano punte vegetali che ricordano l’asparago e note di pistacchio fresco. Al palato il vino risulta secco e morbido pur mantenendo un’elevata acidità. La leggera frizzantezza ravviva la sensazione gustativa. Ritorna la frutta gialla, accompagnata da vaniglia e camomilla.


Potenziale di invecchiamento:

basso. Vino da bere giovane, non adatto all’invecchiamento.